Lo spazzolino elettrico

Usciti ormai molto tempo fa gli spazzolini elettrici oggi sono diventati molto meno ingombranti e più facili da usare, non fanno rumore e riescono a semplificare la pulizia dei denti. Inoltre risultano essere molto più efficienti rispetto ai normali spazzolini manuali, soprattutto grazie alle vibrazioni che permettono di eliminare una maggiore quantità di placca e tartaro. Ovviamente per ottenere una pulizia de denti professionale è necessario rivolgersi a un dentista, ma per mantenere più a lungo i denti bianchi gli spazzolini elettrici sono uno strumento utilissimo.

Come è fatto uno spazzolino elettrico

Gli spazzolini elettrici sono composti da due parti, la testina e il manico o corpo. Nel manico è presente l’impugnatura ergonomica, che assicura una presa forte e ben salda. Al suo interno si trova la batteria che di solito è ricaricabile e il piccolissimo motore elettrico. Questo muove la testina attraverso due movimenti, uno oscillatorio e l’altro ondulatorio. È proprio questo mix di vibrazioni orizzontali, orarie e antiorarie che fanno dello spazzolino elettrico uno strumento estremamente efficiente nella pulizia dei denti. Alcuni modelli producono anche delle vibrazioni che sbattono le setole contro la superficie dei denti, aumentandone l’efficacia.

Oltre al pulsante di On/Off su alcuni manici è presente un selettore per regolare la velocità dei movimenti ed, eventualmente, i pulsanti per selezionare le funzionalità aggiuntive di cui parleremo più tardi. L’altra componente dello spazzolino elettrico è la testina, un terminale estraibile e intercambiabile con testine di altre misure e caratteristiche differenti. Normalmente dentro le confezioni dei modelli delle migliori marche sono presenti delle testine di ricambio.

Quelle più comuni sono quattro, le testine con effetto sbiancante, quelle delicate per chi soffre di ipersensibilità dentale o gengivale, quelle specifiche per chi porta apparecchi fissi e quelle che riescono a pulire i denti anche negli spazi tra uno e l’altro. Oltre a queste due parti fondamentali gli spazzolini elettrici hanno un caricabatterie solitamente in plastica, cioè una base dove riporlo quando non viene usato. Il trasformatore permette di utilizzarlo con la corrente elettrica standard, a 220 Volts.

Le funzionalità aggiuntive degli spazzolini elettrici

Oltre a vibrare, roteare e oscillare alcuni spazzolini elettrici vantano delle funzionalità aggiuntive, alcune puramente di intrattenimento e dedicate ai bambini, altre in grado di rispondere a problemi dentali specifici. Ad esempio possono avere delle luci a led oppure possono emettere delle semplici melodie, facendo divertire i bambini e invogliandoli a lavarsi i denti. Altri ancora hanno degli indicatori sonori che avvertono quando sono passati due minuti, cioè il tempo di lavaggio consigliato dai dentisti.

Oppure ancora, alcuni modelli hanno delle testine che segnalano quando le setole sono consumate e da cambiare, cambiando colore. Altri invece hanno una spia che segnala il livello della batteria. Se siete abituati a spazzolare i denti manualmente potreste impiegare troppa forza, per questo alcuni spazzolini elettrici emettono un allarme ogni volta che l’intensità supera quella ideale. Infine altri permettono di regolare i vari tipi di spazzolamento, scegliendo tra delicato, forte, lucidante, massaggiante, etc..

Gli spazzolini elettrici con idropulsore

Alcuni spazzolini elettrici hanno delle funzioni particolari, tanto che vengono chiamati anche idropulsori. Per pulire i denti usano un getto d’acqua pulsante ad alta intensità, che permette di arrivare fin nei più nascosti meandri dell’arco dentale. Il getto è azionato da una pompa che manda l’acqua in pressione, la quale a sua volta fuoriesce da una speciale testina modificata. La pressione e l’intensità possono essere regolati secondo le proprie necessità.

Inoltre al posto dell’acqua possono essere caricati liquidi misti, quindi con acqua ossigenata, bicarbonato di sodio o collutorio, aumentandone l’efficacia e svolgendo allo stesso tempo una forte azione antibatterica. Gli spazzolini idropulsori sono paragonabili all’uso combinato del normale spazzolino manuale e del filo interdentale, quindi consentono di risparmiare  moltissimo tempo e di migliorare sensibilmente la propria igiene orale.

Spazzolino elettrico o manuale, qual è il migliore?

Non esiste una risposta a questa domanda che sia valida per tutti ma dipende da alcuni fattori. L’unica certezza è che lo spazzolino elettrico risulta più efficace nella pulizia dei denti, diminuendo sensibilmente la placca e il tartaro che si accumulano sui denti. Questo avviene grazie ai tre movimenti combinati insieme, che consentono di agire efficacemente sulla superficie dentale e di raggiungere anche i punti più difficili e scomodi. Inoltre è stato provato che statisticamente chi usa gli spazzoli elettrici per pulire i denti dedica in media il 30% del tempo in più a quest’operazione, quindi anche indirettamente garantisce una igiene orale migliore.

Cosa dicono i dentisti?

Vediamo ora cosa ne pensano di questa diatriba i dentisti italiani. Secondo le associazioni di categoria a parità di trattamento non esistono differenze sostanziali tra i due. Ovvero, chiunque riesca a pulire i denti nello stesso modo, sia con uno spazzolino manuale che con uno elettrico, non riscontrerà miglioramenti né peggioramenti. La differenza sta però nel fattore tempo. Infatti la maggior parte delle persone non dedicano più di 30 secondi un minuti al massimo al lavaggio dei denti, sicuramente troppo poco per garantire un’igiene orale accettabile.

Invece, nello stesso tempo di utilizzo, gli spazzolini elettrici risultano più efficaci, proprio grazie ai movimenti che amplificano e valorizzano maggiormente quei circa 60 secondi. Che sia elettrico o manuale i dentisti raccomandano di lavare sempre con attenzione i denti, passare il filo interdentale ed effettuare una pulizia professionale almeno due volte l’anno.

Quanto costano gli spazzolini elettrici

Naturalmente gli spazzolini elettrici costano di più rispetto a quelli manuali, ma una volta comprati sarà possibile cambiare soltanto le testine ogni 3 mesi, una volta che le setole si saranno consumate. I prezzi dipendono molto dalla marca e dal modello, comunque in linea di massima possono andare dai 20 ai 150€ circa. Per risparmiare occhio alle offerte, visto che molte aziende spesso offrono promozioni su alcuni modelli specifici, con sconti anche fino al 20-25% sul prezzo finale.

Vantaggi e svantaggi degli spazzolini elettrici

Come abbiamo visto finora possiamo dire che gli spazzolini elettrici hanno sia dei pro che dei contro, ma sicuramente non sono una truffa né uno strumento non valido, anzi.

Vantaggi:

  • ottimizzazione dei tempi
  • funzionalità aggiuntive che ne aumentano l’efficacia
  • perfetti per persone con handicap o deficit
  • aiutano i bambini a trovare divertente lavare i denti

Svantaggi:

  • costo maggiore
  • perdita dell’efficacia se usato nel modo scorretto

Quindi come sempre la scelta è personale e bisognerà valutare attentamente se la propria igiene orale sia soddisfacente, oppure se prodotti come lo spazzolino elettrico possano aiutarci a migliorarla.