Il mal di denti

Il mal di denti è un problema serio che può portare a ridurre notevolmente la qualità della propria vita. Le cause che possono provocarlo sono tante, sia legate alle cattivi abitudini che a patologie dentali e ad altri problemi di salute. Spesso non è facile curare il mal di denti; soprattutto è difficile riuscire a individuarne le cause con estrema esattezza. Proprio per questo è consigliabile rivolgersi sempre a un professionista.

Oltre ai farmaci e agli interventi di chirurgia dentale, il mal di denti può costringere al cambiamento delle proprie abitudini, compresa l’adozione di una dieta sana ed equilibrata. In ogni caso il rimedio più efficace per il mal di denti rimane la prevenzione quotidiana.

Sintomi e cause del mal di denti

Il dolore ai denti è un evento estremamente fastidioso, che può essere fisso o momentaneo. Quasi sempre si manifesta con delle fitte lancinanti e dolori estesi alla bocca e alla testa, soprattutto nella parte laterale. Le cause del mal di denti sono diverse, molte delle quali dovute alla scarsa prevenzione e alla cattiva igiene orale. Per esempio può essere dovuto a una carie, una gengivite, una parodontite, una pulpite oppure a un ascesso dentale.

In tutti questi casi il mal di denti è frutto di un’infezione batterica non curata, che inizia a corrodere i tessuti osso-dentali e gengivali, compresi i legamenti paradontali. Quasi sempre la causa dell’infezione è legata alla presenza di placca e tartaro, che vanno a formare uno strato duro e superficiale dove prosperano i batteri, soprattutto in assenza di interventi e contromisure adeguate. Oltre alla cattiva igiene orale è possibile che il mal di denti sia scatenato da fattori legati alle cattive abitudini.

Ad esempio il fumo, il consumo di bevande alcoliche o ricche di zuccheri, compresi i dolciumi e gli snack pieni di coloranti e conservanti sono tutti fattori scatenanti del mal di denti. Più raramente è una conseguenza di altri problemi di salute, come malattie cardiovascolari, respiratorie e infarti.

Rimedi e cura contro il mal di denti

Per curare ed eliminare il mal di denti è necessario rivolgersi a un dentista, il solo che potrà effettuare una diagnosi corretta e specifica e indicarci la prassi da seguire per risolvere questo problema. Spesso è necessario curare le carie attraverso degli interventi di devitalizzazione o di otturazione. Si tratta di operazioni nelle quali viene rimossa tutta la parte danneggiata, sia nella polpa dentale che nell’osso alveolare.

In caso l’infezione abbia danneggiato i tessuti gengivali, verranno pulite anche le tasche gengivali e raschiati tutti i tessuti molli compromessi. Infine verrà ricostruito il dente attraverso la collocazione di materiale da otturazione, come ad esempio la guttaperca o la pasta di ceramica. Se il tessuto gengivale risulta ritirato e staccato dalla base dei denti verrà ricollocato nella sua giusta posizione, ripristinando la piena salute dell’arco dentale. Si tratta di interventi che vengono effettuati presso qualsiasi studio odontoiatrico in anestesia locale non sedativa. Il decorso post operatorio è piuttosto rapido, ma bisognerà prendersi cura dei propri denti con molta più attenzione.

Mal di denti: quali farmaci e antibiotici funzionano?

Quando il mal di denti è causato dalla presenza di batteri è possibile che vengano somministrati degli antibiotici, o comunque dei farmaci antibatterici e antinfiammatori. Tra i più usati ci sono i farmaci antinfiammatori non steroidei, come l’ibuprofene, il ketoprofrene, l’acido acetilsalicilico e il paracetamolo. Per quanto riguarda gli antibiotici vengono usati soprattutto quelli a base di amoxicillina e metranodazolo. In caso di forti dolori è possibile usare degli analgesici e degli antidolorifici come il Toradol o l’Oxycontin. Non combattono l’infezione ma aiutano a sopportare il dolore nell’attesa di interventi risolutivi.

Rimedi naturali efficaci per diminuire il dolore

Naturalmente per curare il mal di denti è necessario rivolgersi a un dentista o prendere dei farmaci antinfiammatori, ma esistono dei rimedi naturali che possono aiutare a lenire il dolore. Per attenuare il mal di denti sono piuttosto efficaci l’aloe gel, che può essere collocato direttamente sulla parte interessata per donare sollievo, la malva, la salvia, la menta e il propoli. Possono essere anche preparati in casa servendosi delle classiche ricette della nonna, ma è consigliabile rivolgersi presso erboristerie e farmacie, che sicuramente sapranno indirizzarci verso l’acquisto di prodotti efficaci e di qualità, indicandoci le giuste dosi e le modalità di applicazione.

Mal di denti in gravidanza e durante l’allattamento: cosa fare?

Le donne durante la gravidanza sono particolarmente esposte ai problemi dentali e gengivali, a causa degli sbalzi ormonali tipici di questa fase. Spesso soffrono di mal di denti soprattutto nei primi mesi di attesa, ma evitano o posticipano le cure per paura di provocare danni al feto. Nulla di più sbagliato. Non risolvere questi problemi può comportare il rischio che il bambino sviluppi delle patologie dentali, senza contare che è pericoloso avere un’infezione batterica in bocca in questo momento.

I dottori, i dentisti e addirittura il Ministero della Salute stesso raccomandano vivamente alle future mamme di sottoporsi senza paura a visite e interventi odontoiatrici. Tra i farmaci che possono essere prescritti in gravidanza senza rischi per il feto, ci sono la tachipirina, lo zimox, il velamox, l’oki e il synflex. Ovviamente è necessario rivolgersi a un medico, che saprà valutare caso per caso. Invece viene consigliato di effettuare una pulizia dei denti con relativo asporto del tartaro, compresi gli interventi di otturazione e devitalizzazione. Il periodo migliore è quello dalla 14° alla 20° settimana di gestazione.

Il mal di denti nei bambini: come intervenire

Spesso i genitori dei bambini piccoli si fanno prendere dal panico in caso questi soffrano eccessivamente di mal di denti. Invece è un problema molto comune, non solo a causa del cambio dei denti da latte, ma anche per gli sbalzi ormonali e l’assestamento delle parete dentali. È possibile risolvere il dolore con del paracetamolo, ovviamente rispettando le dosi consigliate per un bambino, mentre è opportuno rivolgersi a un dentista per una visita di controllo.

Bisogna verificare con attenzione l’igiene orale dei nostri figli, insegnandogli fin da piccoli a prendersi cura dei loro denti, lavandoli, usando il filo interdentale ed effettuando pulizie programmate contro placca e tartaro in eccesso. Anche l’alimentazione deve essere di sana e variegata, con basse quantità di proteine animali, dolci e bevande zuccherate e ricche di coloranti, assicurandosi che siano sempre presenti la frutta, la verdura, i legumi e i cereali integrali.

Come prevenire il sorgere del mal di denti

L’arma più importante da usare contro il mal di denti è sempre quella della prevenzione. Sembrerà banale e ripetitivo ma prevenire è meglio che curare, come diceva un famoso spot pubblicitario. Il mal di denti è quasi sempre la conseguenza di cattivi abitudini ripetute nel tempo, insieme a una cattiva igiene orale. È proprio da qui che bisogna partire per evitare il sorgere di situazioni di questo tipo, prendendosi cura dei denti e delle gengive.

Oltre a lavare accuratamente i denti dopo mangiato è necessario usare con frequenza il filo interdentale, rimuovendo attentamente ogni piccolo residuo di cibo incastrato tra i denti. Bisogna usare anche collutori e disinfettanti, evitando  la formazione di batteri e infezioni. È fondamentale effettuare la pulizia dei denti almeno due volte l’anno, l’unico modo esistente per rimuovere il tartaro fin nelle cavità più difficili da raggiungere.

Ma a volte tutto ciò può non bastare quindi è importante curare anche la propria alimentazione, mangiando sempre molta frutta e verdura, alimenti ricchi di vitamine e antiossidanti e cereali integrali dove sono presenti le preziose fibre. Inoltre non bisogna fumare, perché la nicotina e le altre sostanze presenti nelle sigarette corrodono lo smalto dei denti. Infine evitate o riducete gli alcolici e il latte, non masticate con forza e non sottoponete i denti a elevati sbalzi termici.