L’ascesso gengivale

L’ascesso gengivale è un’infezione delle gengive che può colpire qualsiasi sua parte, ma più comunemente si manifesta lungo la base dei denti. Si tratta di un disturbo serio che deve essere prontamente trattato rivolgendosi a uno specialista. Per curarlo è necessario seguire una cura antibiotica mirata, arrivando nei casi più gravi fino alla rimozione manuale del pus in eccesso attraverso un intervento di chirurgia dentale.

Le cause dell’ascesso gengivale

L’ascesso gengivale si può manifestare per vari motivi, tra cui ci sono la rimozione del dente del giudizio, un intervento di devitalizzazione andato male, una cattiva igiene orale oppure una ferita non adeguatamente curata. Colpisce con più frequenza i bambini e le persone giovani, probabilmente a causa del cambio dei denti e della maggiore probabilità di traumi e incidenti alla parete dentale. Esistono alcuni fattori che possono aggravare l’ascesso gengivale, come ad esempio il fumo, l’alcool, il diabete, il reflusso gastroesofageo oppure l’assunzione di farmaci a base di cortisone.

I sintomi più comuni

Per scoprire la presenza di un ascesso gengivale è possibile effettuare un semplice esame radiografico, con il quale si scopriranno anche le infezioni più profonde e nascoste. Prima ancora però esistono altri sintomi che possono mettere in allarme, come la presenza di febbre, vomito, diarrea, il gonfiore di una guancia, mal di desta estremamente acuti oppure dolori lancinanti alla gola e dentro la bocca. Una sensazione molto comune nelle persone colpite da ascesso gengivale è sentire come una spina o un piccolo nodulo in bocca, soprattutto al passaggio della lingua sopra la parte interessata.

Rimedi naturali per alleviare il dolore

Esistono alcuni rimedi naturali in grado di dare sollievo nell’attesa dell’intervento di un dentista. Ovviamente non si tratta di sostitutivi né possono curare le infezioni batteriche, ma semplicemente aiutano a sopportare il dolore. Per esempio in caso di gonfiore è possibile applicare delle sacche di ghiaccio sulla guancia, per dare sollievo e sgonfiarla leggermente. Oppure si possono effettuare sciacqui con collutori a base di aloe vera, acqua e bicarbonato oppure con della semplice acqua e sale.

Cure e rimedi contro l’ascesso gengivale

Per risolvere un ascesso gengivale è estremamente importante rivolgersi a un professionista il prima possibile. Se non curata in tempi rapidi l’infezione batterica può camminare e propagarsi all’osso dentale, fino a raggiungere quello mandibolare. La prima operazione in questi casi è la cura farmacologia, con la prescrizione di farmaci antibiotici a base di Amoxicillina, penicillina oppure di Metronidazolo. Inoltre il dentista dovrà provvedere alla rimozione manuale del pus presente nelle sacche gengivali, praticando un piccola incisione e aspirando tutto il liquido e le parti molli e danneggiate.

Fase post operatoria e recupero delle funzionalità

Una volta trattato l’ascesso gengivale non comporta più una minaccia per l’organismo. Comunque è molto importante seguire alcune indicazioni per evitare una ricaduta o la comparsa di complicazioni post operatorie. Innanzitutto è necessario portare a termine l’intero ciclo antibiotico. Anche nel caso vi sentiate bene e pensiate di non aver più bisogno di medicine non interrompete la cura, perché potreste stimolare la nascita di batteri immunoresistenti molto pericolosi.

Inoltre, è buona norma tenere la parte sempre pulita e disinfettata, mantenere una buona igiene orale, evitare di fumare e di bere alcolici per almeno un mese. Seguendo poche regole di buonsenso sarà facile guarire da un ascesso gengivale, tornando in fretta alla propria vita di tutti i giorni.