Sigillatura denti

La sigillatura dei denti, di norma viene effettuata sui bambini, al fine di fissare quelli permanenti, dopo che quelli da latte sono caduti. Ci sono, come di norma, vantaggi e svantaggi in merito.

Che cos’è?

La sigillatura dei solchi e delle fossette, della superficie dei denti, permanenti, dopo che si sono persi quelli da latte è una procedura che deve effettuare il medico odontodiatra, studiata e confermata. Questa procedura è adatta, sui bambini dai 6 anni, in su.

Questa procedura viene effettuata, sui denti che presentano alcuni solchi e fossette, ovvero molari e premolari (primi e secondi). La carie, di conseguenza, viene provocata dagli acidi prodotti dai batteri, che restano sul dente attraverso l’assunzione e la masticazione di cibo, con una conseguente pulizia non corretta (questo in adulti e bambini).

La sigillatura, prevede quindi l’applicazione, di una resina fluida, denominata sigillante, che va posizionarsi al fondo dei solchi e delle fossette (a seguito di un’accurata detersione, effettuata dal medico dentista). Questa resina, successivamente, viene fatta indurire, grazia all’ausilio di uno strumento che sprigiona fasci di luce mirata. Questa operazione, crea una pellicola protettiva non visibile, soprattutto nei solchi, che rappresentano aree difficili da pulire e raggiungere, con il solo passaggio dello spazzolino.

I vantaggi e svantaggi

Ci sono numerosi vantaggi, a seguito della sigillatura dei denti, per esempio:

  • I bambini piccoli non possiedono una manualità adatta, per andare a pulire tutti i denti in maniera corretta (come, in certi casi, in età adulta). Significa che, un bambino dovrebbe essere seguito continuamente al fine che possa raggiungere tutti i denti, anche le parti più nascoste. Grazie alla sigillatura, la cura del dente risulta essere molto facilitata, riducendo il rischio di carie e contrazione di infiammazione e batteri.
  • Questo tipo di intervento non è invasivo, non è doloro e non deve essere fatto sotto anestesia. Non vengono utilizzati materiali dannosi per il dente e per il soggetto.
  • Non c’è alcuna differenza con il “prima” del trattamento

Non esistono forme di svantaggio, anche se è necessario, fare due punti nel dettaglio:

  • la sigillatura deve essere effettuata solamente sul dente sano, entro due anni successivi, alla formazione del dente stesso
  • questa applicazione non sostituisce la corretta igiene orale: la semplifica,ma non deve essere presa come un’alternativa alla corretta pulizia
  • deve essere effettuato solamente da medici dentisti specializzati in odontoiatria, con l’ausilio di strumenti appropriati in aree di competenza.