Denti da latte

I denti da latte, sono quei denti che possiedono i bambini sino ad un’età dei 6/7 anni, compresi. Sono quei denti che, fisiologicamente, cadono per far spazio a quelli permanenti in età adulta. Tecnicamente, questa caduta si definisce permuta dei denti, ovvero un ricambio da quelli dell’età infantile a quelli dell’età adulta.

Non è dimostrata, l’età in cui i denti cominciano a cadere o cadono tutti, nello specifico è in base al bambino e alla sua crescita. I denti da latte sono 20 e devono essere permutati tutti quanti.

I sintomi

La caduta dei denti è da definirsi un processo indolore e normalissimo, anche se può andare a provocare fastidio o senso di timore, al momento della caduta. Nel momento in cui sta per cadere, ma non è ancora caduto, si nota questa semi legatura alla gengiva, che non provoca dolore ma un senso di fastido e, in alcuni bambini paura.

In occasioni di cadute, colpi o scheggiature del dente da latte, si può verificare un’anticipazione sui tempi della caduta, anche in questo caso non allarmante.

In alcuni casi, la caduta del dentino da latte, provoca nei bambini gengive gonfie ed infiammate, come messaggio di imminente caduta. In altri casi, si possono verificare degli episodi legati all’insorgenza di febbre, come fenomeno di permuta e variazione, trattabile con farmaci leggeri, meglio se consigliati dal proprio medico di base.

I denti da latte, seppure destinati ad una caduta, all’età massima dei 7 anni, hanno un compito molto importante e fondamentale, per la masticazione del bambino e nella formazione dell’arcata gengivale, preparando il “terreno”, per i denti permanenti che si andranno a creare successivamente.

Le cause

Secondo uno studio scientifico, i denti da latte cadono in base all’ordine di nascita:

  • incisivi centrali inferiori
  • molari
  • altri denti restanti

con la conseguente nascita di quelli permanenti.

In caso di carie, sui denti da latte, si deve procedere nella stessa egual misura di un dente permanente: la carie si forma a causa di batteri e tossine, che vengono immagazzinate dal dente, e con il passare del tempo formano questa patologia.

Le cure

In caso di cura non possibile, il medico dentista procederà con l’eliminazione totale del dente, in attesa che il dente permanente prenda il suo posto.

Anche per i denti da latte, sono necessarie molte cure, tra le più utilizzate vi è la sigillatura dei denti, esattamente come per quelli permanenti, facendo attenzione alle bevande e ai cibi che vengono assunti. Nello stesso tempo è bene controllare, la pulizia dentale del proprio bambino, al fine che avvenga in maniera accurata e frequente.